Il Ritardato Report Sulla Global Game Jam

Quest’anno, nella sua prima edizione, i ragazzi del gruppo organizzatore della Global Game Jam e gli amici del TAG hanno saputo coinvolgerci in questa pazza ed scalmanata gara di resistenza e noi dell’HLCS ci siamo divertiti un mondo!

Prima di partire (in ritardo) col nostro report ecco, nelle parole del nostro Antonio, una breve spiegazione di cos’è la GGJ:

La Global Game Jam è incastonata in un mondo sempre più aperto al media videoludici. L’evento è stato creato da Susan Oro, Ian Schreiber e Gorm Lai nel 2009, e prende come modello altre competizioni simili come ad esempio la Nordic Game Jam e la Ludum Dare.
Lo scopo di questo tipo di evento è quello di riunire gli appassionati di videogiochi per condividere del tempo insieme e stimolando per certi versi anche la creatività.
Nell’evento i partecipanti si cimentano nella progettazione in sole 48 ore di un videogame o di un gioco da tavolo attinente al tema assegnato.

A differenza di quello che si potrebbe pensare l’evento non nasce con lo scopo di creare agonismo tra i gruppi di giovani.
Si cerca di unire e creare nuovi legami e proprio per questo non ci sono particolari premi per i vincitori, si tratta più che altro di piccoli premi simbolici.

Ogni anno la curiosità riguardante il tema da trattare nella creazione del videogioco è alta e non è possibile avere delle anticipazioni, i concorrenti non sanno nulla fino alla partenza della maratona.
Andando ad analizzare i temi trattati nelle annate precedenti possiamo notare che sono tutti molto interessanti e coinvolgenti, lasciando la possibilità ai ragazzi di utilizzare al meglio la loro fantasia (ma senza andare off topic). Ad esempio quella scorsa edizione era il “ritual”.
Un altro ruolo fondamentale è quello dei “diversificatori” che permettono ai partecipanti di organizzare il lavoro in maniera originale.

Le ore di riposo sono limitate e il lavoro è molto per questo i partecipanti devono assicurarsi di riposare quel  tanto che basta per riprendere il lavoro dove lo si era lasciato in precedenza mentre i più coraggiosi adottano il metodo del sonno polifasico detto anche “pennichella”. Ovviamente non sono da sottovalutare gli altri aspetti al di fuori del riposo tra cui : la nutrizione e il benessere del partecipante.
Per affrontare al meglio le 48 ore di duro ed estenuante lavoro i partecipanti solitamente si affidano al consumo di bevande energetiche come per esempio le varie tipologie di Red Bull o il caffè, senza cercare di farne un abuso, mentre altri si limitano semplicemente a continuare imperterriti alla programmazione del videogioco.

E ora passiamo al report, che tanto report non è.
Per cercare di non dimenticarci di nulla ogni partecipante ha scritto un mini report su come ha vissuto questa esperienza.

Continua la lettura di Il Ritardato Report Sulla Global Game Jam

UrbanLabs, hackerando a qualche chilometro di distanza

Uno dei principali obiettivi del nostro HackLab è quello di creare e fare rete senza tener conto delle distanze che intercorrono con i potenziali partner.
Per questo motivo giovedì 26 gennaio io, Vincenzo e Romano siamo partiti alla volta di Taranto per conoscere gli UrbanLabs, un nascente fablab fondato dai nostri amici che in passato hanno organizzato con successo uno dei primi mini-makerfaire della nostra zona.

Partiti con un po’ di ritardo siamo arrivati li in tempo per la presentazione, durante la quale sono stati delineati i due aspetti principali di questa organizzazione: da una parte troviamo il fablab e dall’altra l’incubatore di startup.
Il fablab è il fulcro del progetto che darà ai suoi abitanti nuove conoscenze permettendo a questi di mettere in pratica quello che hanno imparato attraverso gli strumenti e i macchinari che la sede ha a disposizione, mentre l’incubatore vuole essere un modo per le aziende per avvicinarsi a dei makers forgiati all’interno di un vero laboratorio.
L’intera spiegazione è stata pacchettizzata in un talk leggero ed estremamente esplicativo.

Nel corso della presentazione si sono fatte largo le due personalità che condurranno le attività del laboratorio.

Come principale mente dietro il laboratorio troviamo Mirko Calabrese aka Dave Null un Hacker di vecchia scuola che con le regole, le robe tiratine e le formalità  non va per niente d’accordo.
Lui è la figura che dovrebbe essere presente in ogni Hacklab, fablab o qualsiasi team di smanettoni che si rispetti.
Non siamo colletti bianchi per cui il “pensare fuori dagli schemi” è una caratteristica essenziale per un ottimo maker.

Dall’altra parte invece troviamo Aldo Chetry la parte attenta e razionale del duo.
Lui gestirà la parte della comunicazione con le aziende e la pianificazione a lungo termine delle attività.

Entrambi hanno rappresentato il volto della stessa medaglia: da una parte l’energia di Mirko dall’altra la componente razionale di Aldo.
Paragonando il tutto al gioco della corda, questa per rimanere all’altezza giusta deve essere tirata da entrambi i lati da forze opposte e contrastanti cosa che Mirko e Aldo fanno alla grande.

Infine non si può non parlare dell’accoglienza che è stata pressoché perfetta.
Chiudo questo post con i migliori auguri e con la sicurezza che gli UrbanLabs diventeranno una figura di riferimento per il making nel tarantino.

Per chi volesse conoscere meglio i progetti e le persone può partecipare al loro animato forum, anche da remoto come stiamo facendo noi di Hacklab Cosenza :)

Global Game Jam 2017 Cosenza

Il natale porta nel cuore delle persone un senso di sicurezza,  pace e  tranquillità e tu rincuorato da questi fattori te ne starai seduto sul divano a leggere questo articolo.

Svegliati!

Natale è finito ed è arrivato il momento di dimostrare di che pasta sei fatto!


Hacklab Cosenza è lieta di annunciare che quest’anno la Global Game Jam, grazie all’impegno del Talent Garden Cosenza, si terrà anche qui a Cosenza e vedrà programmatori, designers, grafici e musicisti, provenienti da tutto il territorio, sfidarsi nell’arena che premierà i coraggiosi partecipanti per il miglior gioco.

L’evento, che si terrà dal 20 al 22 Gennaio presso la sede del TAG Cosenza , vedrà le squadre impegnate in una 48 ore non-stop di sviluppo su un tema che verrà fornito e sul quale dovranno cimentarsi al meglio per creare il proprio titolo in modo che conquistare i dovuti apprezzamenti della giuria.

Pensi di non essere all’altezza del compito?
Sbagliato!

Iscrivendoti alla competizione e specificando le tue aree di conoscienza aiuterai gli organizzatori dell’evento a formare al meglio il gruppo di cui farai parte.

Affrettati!
Hai tempo fino a martedì 10 Gennaio per iscriverti e assicurarti la tua partecipazione.

Per info:
– Sito della Global Game Jam Cosenza
– Mail per info
– Sito del Talent Garden Cosenza

WordPress & Mozilla Days – Video e slide

L’attesa è finita, habemus la raccolta di tutti gli interessanti link proposti da Daniele e Eugenio durante la due giorni dei Cosenza Days con la combo WordPress+Mozilla!

I video che vi proponiamo sono le registrazioni integrali, e immediatamente sotto trovate il minuto e il secondo di inizio del talk, completati dai link alle slide e ad altri approfondimenti. Buona visione!

WordPress Day

Mozilla Day

WordPress day & Mozilla day

wpmz

L’Hacklab Cosenza organizza nei giorni 14 e 15 novembre 2016, in collaborazione con il Talent Garden Cosenza e con il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’ Unical, una 2 giorni dedicata interamente a WordPress e Mozilla con relatori Daniele Scasciafratte (Vice Presidente dell’associazione Industria Italiana del Software Libero) e Eugenio Petullà (tra i responsabili  di WPItalyPlus  una delle più grandi Community in Italia a tema WordPress).

Programma:

WordPress Day

14 novembre 2016 presso il TAG Cosenza

  • 9:30-10:00 – The Italian WordPress community  Eugenio Petullà & Daniele Scasciafratte 
  • 10:00-10:40 – WordPress Sucks – Eugenio Petullà
  • 10:40-11:10 – How to use VVV Daniele Scasciafratte
  • 11:10-11:20 – Coffee Break
  • 11:20-11:55How to extend the WP Rest API – Daniele Scasciafratte 
  • 11:55-12:35 – WordPress for startups – Eugenio Petullà
  • 12:35-13:15 – How to do a patch for WordPress  – Daniele Scasciafratte
  • 13:15-14:20 – Pausa pranzo
  • 14:20-15:10 – WordPress Plugin Boilerplate Powered 2.0 – Daniele Scasciafratte
  • 15:10-17:00 – Hackaton time

Mozilla Day

15 novembre 2016 presso Aula MT10 2° piano Cubo 29B

  • 9:30-10:10 – Join Mozilla we have cookies – Daniele Scasciafratte
  • 11:00-11:45 – Firefox and WebExtension – Daniele Scasciafratte
  • 11:45-11:55 – Coffee Break
  • 11:55-12:35 – Demolish the web with the Firefox Dev Tools – Daniele Scasciafratte
  • 12:35-13:15AframeEugenio Petullà
  • 13:15-14:20 – Pausa pranzo
  • 14:20-15:10Introduction to Rust: a modern programming language Eugenio Petullà
  • 15:10-17:00 – Hackaton time

 

Il meglio di Maker Faire Roma 2016

maker_cover
Questo articolo è stato pubblicato in origine su Punto Informatico, sotto licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.5.

di Luca Algieri, Stefano De Carlo e Pasquale De Rose.

Da Venerdì 14 a Domenica 16 Ottobre si è svolta la quarta edizione del Maker Faire Roma, l’appuntamento europeo di una delle più grandi fiere di innovazione al mondo e al quale l’Hacklab non poteva mancare. Anche quest’anno il movimento maker ha riempito l’evento di contenuti, invenzioni, startup, ibridi tra tecnologia e arte, e offerto una valvola di sfogo a progetti di ricerca di molte istituzioni universitarie, che per un weekend hanno trovato il modo di esporre i loro risultati e work in progress al di fuori di un ambito puramente accademico. In questo resoconto della 3 giorni vi proponiamo ciò che più ci ha colpito, ma con una doverosa premessa: ci siamo concentrati principalmente sui padiglioni Move, Interaction e Fabrication.

Continua la lettura di Il meglio di Maker Faire Roma 2016

Corso di C/C++ seconda edizione

Parte la seconda edizione del corso di C/C++ che è rivolto a coloro che non hanno mai utilizzato un linguaggio di programmazione e vogliono iniziare a conoscerne i meccanismi e a tutti gli studenti che vogliono colmare le lacune sull’argomento. Gli argomenti riguardano gli aspetti base della programmazione orientata agli oggetti.

Continua la lettura di Corso di C/C++ seconda edizione

Workshop introduttivo alla fotografia

Il workshop gratuito è tenuto da Muàz.
Sono previsti 3 incontri: Preparazione / uscita fotografica / analisi
Le date sono:

  • Giovedì 13 ottobre ore 19.00 – 21.00, Aula Zenith Cubo 13C Unical
  • Sabato 15 ottobre ore 10.00 – 13.00 (luogo di incontro sarà deciso in aula)
  • Giovedì 20 ottobre ore 19.00 – 21.00, Aula Zenith Cubo 13C Unical

Per iscriverti compila questo modulo.

Hacklab Open Night @ Notte Dei Ricercatori 2016

Per vernirci a conoscere: dalle ore 17.30, Cubo 22 (accanto alla capella universitaria)
Per vernirci a conoscere: dalle ore 17.30, Cubo 22 (accanto alla capella universitaria)

Durante tutta la giornata di Venerdì 30 Settembre si svolgerà all’Università della Calabria la Notte dei Ricercatori 2016. Dalle 9.30 di mattina sarà possibile effettuare visite guidate nelle strutture, dipartimenti, officine e laboratori dell’Unical, mentre dalle 10 e fino a notte inoltrata il ponte dell’Università si trasformerà in Ponte della Ricerca, con tanti stand attrezzati dove verranno esposti i risultati dell’attività di ricerca.

Ci saremo anche noi! A partire dalle 17.30 ci troverete nella nostra sede al Centro di Calcolo ad Alte Prestazioni, Cubo 22. Potrete esplorare le attività dell’associazione assieme ai nostri hacker, negli stand che appronteremo:

  • Ninux e Community Networks
  • Formazione, Corsi e Seminari
  • Stampa 3D low cost
  • Arduino, robotica e domotica
  • Linux & Open Source
  • Associazione NipponiCS
  • Demo dei prodotti del nostro partner Arduiner

Non è necessaria prenotazione e l’ingresso è gratuito e aperto a tutti. Vi aspettiamo!

Cosenza Hacking Laboratory