Syslog Server per una rete MAN comunitaria

Università della Calabria
Dipartimento di Matematica e Informatica
Corso di Laurea in Informatica

TESI DI LAUREA
Syslog Server per una rete MAN comunitaria

Relatori: Prof. Giovambattista Ianni,  Dott. Vincenzo Bruno
Laureando: Raffaele Mazzitelli, matr. 106698

Scarica il file: SyslogServerPerUnaReteManComunitaria.v1.1

Introduzione

Una rete è un sistema di dispositivi, interconnessi, in grado di comunicare tra di loro condividendo informazioni e risorse in un’area che può variare di dimensioni e locazioni.
Questa architettura si è evoluta grazie al concetto di meccanismo client/server: la presenza di un server permette ad un certo numero di client di condividerne le risorse, lasciando che sia il server a gestire gli accessi ad esse per evitare conflitti di utilizzo tipici dei primi sistemi informatici.
Con sistema “client/server” si intende un’architettura di rete nella quale genericamente un computer client o terminale si connette ad un server per la fruizione di un certo servizio ed è su questo che si basa Internet.
Internet è una rete di telecomunicazioni capace di mettere in comunicazione utenti situati in diverse parti del mondo e dialogare in tempo reale a costi ridotti.
Una rete internet è composta da terminali chiamati “host” utilizzabili dagli utenti per accedere ad una vasta gamma di informazioni (il classico esempio è il PC di casa collegato ad Internet tramite un modem), e nodi intermedi a cui è deputato l’instradamento del traffico, chiamati comunemente “router”.
Host e router sono collegati mediante reti eterogenee del tutto indipendenti: LAN, MAN, Point-to-Point in fibra ottica o cavo coassiale, reti ISDN, reti Frame Relay, reti ATM, reti Wireless.
Internet arriva nelle nostre case sfruttando la rete telefonica già esistente, tramite fibra ottica e cavi in rame o via cavo con la sottoscrizione di un abbonamento dal nostro Internet Service Provider (ISP), che è appunto quell’ente in grado di fornire il servizio.
La rete sulla quale il presente lavoro si basa è la rete Ninux: Ninux è una Wireless Community Network e, in quanto tale, ha tra i suoi obiettivi la costruzione di una rete libera di proprietà dei cittadini.
Il modello è semplice: ogni partecipante si connette ai suoi vicini che si connettono a loro volta ai loro vicini e così via, creando una rete di computer.
Questa rete è di proprietà dei cittadini perché ogni partecipante è il proprietario e il responsabile del proprio nodo della rete.
Non c’è nessun Internet Service Provider, nessun abbonamento mensile, nessun contratto, nessuna registrazione.
A causa della grande diffusione dei PC e, di conseguenza, del numero di utenti che la utilizzano, dai semplici utilizzatori domestici che posseggono più di due dispositivi agli amministratori di reti più complesse, si è posto il problema di dover monitorare il traffico che passa su internet.
Le soluzioni di networking attualmente disponibili, che siano open source o commerciali, includono una serie di prodotti messi a disposizione all’amministratore della rete per gestire, controllare e mantenere la propria infrastruttura sicura e sotto determinati standard.
Usando questi software è possibile controllare i tratti di rete che si vogliono monitorare nonché le prestazioni e la qualità della rete stessa.
L’importanza di monitorare il traffico di rete è conseguenza dell’esistenza di molti software in grado di aprire connessioni di rete rendendo le porte disponibili al mondo esterno, questi software hanno il bisogno di utilizzare le porte, ad esempio, per consentire la comunicazione con alcuni servizi come telnet, ssh, ftp, mentre altri software aprono connessioni indispensabili per il proprio funzionamento come il browser o i client di posta elettronica, ma ci sono anche alcuni programmi che aprono in maniera arbitraria le porte del pc per favorire l’accesso, dall’esterno, di utenti non autorizzati.
Poiché gli scopi di questi utenti possono essere discutibili se non criminali, è necessario proteggere i sistemi ed imparare a rilevare gli accessi non autorizzati, l’origine e le finalità.
Attraverso, quindi, alcuni strumenti hardware e software, è possibile tenere traccia di tutti gli eventi che accadono all’interno della rete attraverso l’invio dei messaggi, inviati tramite degli “agenti”, che l’amministratore di rete deve interpretare con cura.
Lo studio di questa tesi si incentra sul monitoring della rete analizzando il traffico dati attraverso messaggi di log grazie al protocollo Syslog e l’uso del software open-source LogAnalyzer.
Per questa tesi sperimentale, che andrà in produzione, l’Hacklab, associazione dedita a numerose attività come corsi supportati da donazione, organizzazione di eventi e attività pubbliche di Cosenza, ha fornito supporto tecnico attraverso computer, raspberry, router cisco per la realizzazione degli esperimenti in laboratorio e nella realtà in quanto fa parte del progetto Ninux e dispone dei server utili allo scopo.
Lo scopo è quello di “mettere in piedi” un sistema di monitoraggio centralizzato della rete e configurare adeguatamente le macchine per poi analizzarne gli eventi.
Inoltre è stato possibile fare delle sperimentazioni e test sul cluster della startup cosentina ASCloud, dedicato alla realizzazione di un private cloud interamente basato su Software Libero.
Il lavoro svolto è stato quello di dare una spiegazione dello strumento, appunto Syslog, fornendo nel capitolo 1 una approfondita introduzione su cos’è, come funziona, perché e in quale ambito viene utilizzato.
Nel capitolo successivo è stato analizzato l’RFC5424: il documento ufficiale che tratta del funzionamento e architettura di Syslog.
Tale documento è stato, poi, tradotto interamente nell’Appendice.
Sempre nel capitolo 2 è stata fatta un’analisi e confronto di alcuni dei software open-source che potrebbero essere utilizzati allo scopo e la scelta effettuata personalmente: Adiscon LogAnalyzer.
L’installazione, configurazione ed utilizzo di LogAnalyzer ed rsyslog vengono illustrati nel capitolo 3 insieme alla configurazione ed impiego di tutti gli strumenti hardware forniti dall’Hacklab.
Tali apparecchi sono stati essenziali per gli esperimenti in laboratorio descritti nel capitolo 4.
Infine, nell’ultimo capitolo, tutti quello fatto nel laboratorio è stato applicato nella vita reale su una rete Ninux, analizzando i risultati attraverso vari tipi di grafici.

Ninux Lamezia BootStrap

ATTENZIONE: Rinviato causa neve!

Ci dispiace molto per tutti i wannabe-ninuxer di Lamezia e dintorni, ma a casa delle NEVE che sta fioccando in varie zone della Calabria dobbiamo RINVIARE la presentazione dell’isola.

Comunicheremo la nuova data appena possibile, dopo averla concordata con i nostri partner Talia Impresa Sociale e Habitat Park.

La community NinuCS (Ninux Cosenza) va “in trasferta” per festeggiare la nascita dell’isola Ninux lametina grazie al primo nodo denominato “PiepsHLCS”, organizzando insieme a Talìa Impresa Sociale e Habitat Park Lamezia Terme, un evento pubblico di presentazione dell’iniziativa.

Si parlerà di un concetto di rete diverso dalla solita Internet, quello delle reti comunitarie aperte, libere e di proprietà del cittadino che stanno nascendo in tutta Italia (in Calabria: Cosenza, Catanzaro, Reggio, Lamezia, Crotone); del perché sono importanti e di come si realizza questo riappropriarsi della propria presenza in rete.

Dunque:

  • Cos’è Ninux, quale sono le ragioni e la filosofia dietro di essa
  • Com’è fatta tecnicamente
  • Come partecipare e come collegarsi

Ci vediamo Martedì 19 Gennaio, dalle 16 alle 19.

Happy Ninux!

HLCS @ #ReteInnovazioneSUD

20151205_reteinnovazionesud

Sabato 5 eravamo a Villa Rendano per fare network con le altre realtà meridionali che si occupano di innovazione sociale e tecnologica. Non è la prima volta che l’Hacklab Cosenza coordina o partecipa ad uno sforzo di unioni di intenti tra chi ha a cuore le prospettive del territorio, e non sarà l’ultima.

Grazie all’Associazione ReBoot per la giornata di consolidamento, formazione e workshop!

Il Presidente di Hacklab Cosenza Vincenzo Bruno illustra brevemente le attività dell'associazione e la sua struttura.
Il Presidente di Hacklab Cosenza Vincenzo Bruno illustra brevemente le attività dell’associazione e la sua struttura. Foto di Emanuele Dotta.

Componi la tua Musica 8 bit! Primo Corso Chiptune con LSDJ

Impara a comporre e suonare la tua musica 8 bit con il tracker musicale Little Sound DJ.

Col corso di musica Chiptune organizzato da Simone “Stregatox” Madeo e Hacklab Cosenza potrai creare canzoni con le tipiche atmosfere elettroniche dei videogiochi vintage degli anni ’80 e ’90, dare sfogo alla tua creatività musicale nascosta o semplicemente divertirti!

Competenze musicali richieste: ZERO.

Costo: 10€

Il corso si svolgerà in Aula Zenith (Cubo 13 C, Ponte Carrabile), con queste date:

  • 23/11 19:00-21:00 – Presentazione del corso e proiezione docufilm “Europe in 8 bits
  • 25/11 19:00-20:30 – 1° Lezione
  • 30/11 19:00-20:30 – 2° Lezione
  • 03/12 19:00-20:30 – 3° Lezione
  • 09/12 19:00-20:30 – 4° Lezione
  • 16/12 – Saggio finale con performance LIVE

Per tutte le informazioni dettagliate sul corso e per compilare il modulo di iscrizione, visitate la pagina dedicata!

Tutti i video della CodeWeek Hacklab 2015

Eccole finalmente, le registrazioni dei seminari svolti all’Università della Calabria durante l’ultima CodeWeek organizzata da Hacklab Cosenza, i Dipartimenti di Informatica, Matematica e Fisica dell’Unical, e Talent Garden Cosenza.

Al link di cui sopra trovate anche materiali e slide relative ai talk visionabili dopo il salto: buona visione!

Continua la lettura di Tutti i video della CodeWeek Hacklab 2015

IBM Day Aperinetwork @ TAG CS

tagcosenza_ibmday_800x418
Giovedì 15 Ottobre, Ore 17:30

Un incontro con IBM per scoprire come Bluemix aiuta sviluppatori e startup nell’utilizzo del cloud

Proseguono gli appuntamenti organizzati da IBM e Talent Garden dedicati ad innovatori, sviluppatori e startup. Durante il prossimo incontro previsto per giovedì 15 Ottobre presso Talent Garden Cosenza alle ore 17:30Giuseppe Ravasi, Manager of Ecosystem Development di IBM, parlerà di SoftLayer, Infrastructure as a Service” di IBM. Oltre a questi servizi, saranno presentati anche le funzionalità di Bluemix, la piattaforma open-standard di facile ed immediata usabilità basata sull’open source Cloud Foundry.

Bluemix rende disponibili tutti gli strumenti di cui gli sviluppatori hanno bisogno e permette di produrre in cloud un’applicazione dallo sviluppo al test fino all’operatività.
I settori in cui Bluemix può fare la differenza sono molti, come ad esempio le applicazioni web, data management, big data, gli analytics, l’internet of things.
Inoltre, Bluemix contribuisce, con una funzione ad hoc, all’integrazione tra applicazioni sia cloud che tradizionali.

La piattaforma IBM Bluemix si è dimostrata un potente strumento per promuovere un ecosistema di innovatori, tra cui le startup, attraverso supporto e mentorship, ma soprattutto offrendo tecnologia solida, in modo da crescere con successo nel mercato, in maniera sicura e affidabile.

Verranno anche illustrati i programmi che IBM offre alle startup attraverso crediti di utilizzo Cloud e altri tipi di collaborazioni.

Il programma per la serata è il seguente:

  • ore 17.30 Introduzione su strategia e posizionamento Cloud IBM- Approfondimenti su Softlayer e Bluemix (con demo)
  • ore 18.30 Programmi IBM per le start up e case history
  • ore 19.30 Aperitivo di networking

L’evento, la cui partecipazione è completamente gratuita, è organizzato in partnership con GDG Cosenza, Startup Calabria e Hacklab.

Prenotate il vostro aperitivo gratuito su Eventbrite! (link)

Vi aspettiamo il 15 Ottobre alle 17:30 presso Talent Garden Cosenza!

CodeWeek 2015 – Ciclo di seminari Unical+TAG

Dal 10 al 18 ottobre 2015 si svolge la settimana europea della programmazione, Europe Code Week, arrivata alla terza edizione. Nel corso della settimana si svolgeranno migliaia di eventi in ogni parte d’Europa per offrire a giovani e giovanissimi l’opportunità di iniziare a programmare!
L’Hacklab Cosenza organizza in collaborazione con l’Università della Calabria e il Talent Garden Cosenza una serie di seminari introduttivi su diversi linguaggi e tecniche di programmazione, destinati sia a studenti di scuole superiori che dei primi anni di università.

Tutti gli eventi sono gratuiti.

Il programma in sintesi:

Data Orario Relatore Titolo
Lunedì 12 ottobre 17.30 Riccardo Barberi Raspberry Pi e Mathematica
(Scarica le slides: pdf)
Lunedì 12 ottobre 19.00 Vincenzo Bruno Sviluppo sul web: dal server al modulo WordPress
(Scarica le slides: pdf, odt)
Martedì 13 ottobre 17.00 William Spataro Il Calcolo Parallelo nelle Scienze Computazionali: un Overview
(Scarica le slides: pdf)
Martedì 13 ottobre 19.00 Vincenzo Pirrone Test driven development
Mercoledì 14 ottobre 17.00 Francesco Florio Introduzione allo sviluppo Android
(Scarica le slides: pdf)
Mercoledì 14 ottobre 19.00 Davide Spataro Functional Programming: The Haskell case
(Scarica le slides: pdf)
Giovedì 15 ottobre 17.00 Francesco Calimeri (Introduzione alla) Intelligenza Artificiale: le macchine possono pensare?
(Scarica le slides: pdf)
Venerdì 16 ottobre 18.00 Andrea Briganti Sviluppare nel futuro con Angular2
(Scarica i materiali: link)

 

Vogliamo ringraziare tutti i partner, il referente CodeWeek per la Calabria Massimiliano Aiello, il Talent Garden Cosenza, il Google Developer Group Cosenza, l’Unical ed in modo particolare il Dipartimento di Matematica e Informatica per la disponibilità, i seminari e il supporto logistico.

Continua la lettura di CodeWeek 2015 – Ciclo di seminari Unical+TAG

HLCS Open Night @ Notte dei Ricercatori 2015

Per vernirci a conoscere: dalle ore 18, Cubo 22 (accanto alla capella universitaria)
Per vernirci a conoscere: dalle ore 18, Cubo 22 (accanto alla capella universitaria)

Durante tutta la giornata di Venerdì 25 Settembre si svolgerà all’Università della Calabria la Notte dei Ricercatori 2015. Dalle 9 di mattina sarà possibile effettuare visite guidate nelle strutture, dipartimenti, officine e laboratori dell’Unical, mentre dalle 16.30 e fino a notte inoltrata il ponte dell’Università si trasformerà in Ponte della Ricerca, con tanti stand attrezzati dove verranno esposti i risultati dell’attività di ricerca.

Ci saremo anche noi! A partire dalle 16.30 ci troverete nella nostra sede al Centro di Calcolo ad Alte Prestazioni, Cubo 22. Potrete esplorare le attività dell’associazione assieme ai nostri hacker, negli stand che appronteremo:

  • Ninux e Community Networks
  • Formazione, Corsi e Seminari
  • Stampa 3D low cost
  • Arduino, robotica e domotica
  • Linux & Open Source

Non è necessaria prenotazione e l’ingresso è gratuito e aperto a tutti. Vi aspettiamo!

Linux Day Cosenza 2015 – Call for Talk

Linux Day 2013 Banner 468-60Hacklab Cosenza sta preparando la 15esima edizione del Linux Day. Sabato 24 Ottobre torna il tradizionale appuntamento italiano per celebrare assieme il free software e GNU/Linux! Presto annunceremo tutti i dettagli, ma per ora ti chiediamo: vuoi contribuire anche tu?

Porta il tuo intervento al Linux Day! Ti divertirai e aiuterai a divulgare Linux, il software libero e il modello di sviluppo aperto.

Il Linux Day si rivolge ad un pubblico vasto ed eterogeneo. Vogliamo riuscire a parlare di tante cose interessanti, mantenendo alta la qualità ma senza rinunciare ad un tono prettamente divulgativo. Oltre ad invitarvi a partecipare in quanto pubblico all’evento, vogliamo aprire le porte ad ogni genere di contributo, da parte di tutti. Vuoi condurre un intervento di fronte al pubblico del Linux Day 2015? Qui sotto trovate le linee guida per quest’anno e le istruzioni per richiedere l’inserimento nel programma dei talk.

Continua la lettura di Linux Day Cosenza 2015 – Call for Talk

Cosenza Hacking Laboratory