Mining di LiteCoin con un semplice notebook con grafica NVIDIA

Prendendo spunto da questo articolo postato sulla nostra pagina Facebook, ho configurato durante il fine settimana il mio portatile per effettuare mining di Litecoin.

Innanzitutto ho installato i driver Nvidia proprietari al fine di utilizzare la GPU dedicata, una GeForce 740M con 2GB di RAM, e non quella integrata dell’Intel i7.
Su Ubuntu è stato relativamente facile, è bastato dare

apt-get install nvidia-331

che ha installato la versione 331 dei driver con tutti gli annessi e connessi, tra cui Nvidia Prime, il tool di gestione dei driver e della doppia scheda (permette di scegliere quale delle due usare, richiede riavvio di X). Ecco il risultato:

root@vincenzo:/# dpkg -l |grep nvidia

ii nvidia-331 331.38-0ubuntu7.1 amd64 NVIDIA binary driver - version 331.38

ii nvidia-cuda-dev 5.5.22-3ubuntu1 amd64 NVIDIA CUDA development files

ii nvidia-cuda-doc 5.5.22-3ubuntu1 all NVIDIA CUDA and OpenCL documentation

ii nvidia-cuda-gdb 5.5.22-3ubuntu1 amd64 NVIDIA CUDA GDB

ii nvidia-cuda-toolkit 5.5.22-3ubuntu1 amd64 NVIDIA CUDA toolkit

ii nvidia-libopencl1-331 331.38-0ubuntu7.1 amd64 NVIDIA OpenCL Driver and ICD Loader library

ii nvidia-opencl-dev:amd64 5.5.22-3ubuntu1 amd64 NVIDIA OpenCL development files

ii nvidia-prime 0.6.2 amd64 Tools to enable NVIDIA's Prime

ii nvidia-profiler 5.5.22-3ubuntu1 amd64 NVIDIA Profiler for CUDA and OpenCL

ii nvidia-settings 331.20-0ubuntu8 amd64 Tool for configuring the NVIDIA graphics driver

ii nvidia-visual-profiler 5.5.22-3ubuntu1 amd64 NVIDIA Visual Profiler

Quindo ho installato il Wallet client (per shell e QT) e il gigabyte di file di bootstrap che contiene tutte le transazioni fino ad aprile 2014 in modo da rendere più rapida la sincronizzazione delle transazioni con la rete P2P di Litecoin (tra importazione del bootstrap e scaricamento degli ultimi 6 mesi ci ha messo un paio d’ore).

Mi sono fatto un account sul pool Coinotron ed ero quasi pronto a minare, restava solo da installare il miner….

Scaricati i sorgenti di CudaMiner-master restava da compilarli. Oltre al classico ambiente GCC ho dovuto installare i pacchetti:

#: apt-get install automake nvidia-cuda-toolkit libnvvm2 libssl-dev libcurl4-gnutls-dev nvidia-331-uvm

e compilare con il classico configure + make.

Il tutto però restituiva un errore sulla libreria nvcc per cui ho dovuto cambiare un path nel file configure modificando la costante NVCC in

NVCC="/usr/bin/nvcc"

A quel punto è bastato dare il comando

./cudaminer -o stratum+tcp://coinotron.com:3334 -O alivin70.hp740m:PASSWORD_DEL_POOL

i settaggi li fa cudaminer in automatico. Ci sarà poi tempo di approfondire la conoscenza sui valori delle opzioni in merito alla parallelizzazione dei processi sui 384 core e 2GB di RAM della GPU.

Ad occhio e croce, guardando l’uso della GPU nell’immagine allegata, la stiamo sfruttando a pieno e i 45-47 KHash/s sono in linea con quanto riportato in questa tabella hardware alla riga 329.

NvidiaMinerPare un po’ poco se consideriamo che sono 384 core a 1058MHz, soprattutto se lo rapportiamo ad un equivalente sistema ATI. Ma tant’è!

Veniamo alla prova su strada.  Ho fatto andare il miner per 24h per testarne le prestazioni.
Temperatura della GPU tra 66°C e 69°C, ventolina a palla, nulla di strano. Alla fine del test il risultato su Coinotron è questo:

Coin Confirmed rewards

LTC 0.00114358
DOGE 3.43313122

Ovvero un millesimo di LTC in un giorno. Considerato che ad oggi il LTC è quotato circa 4$ il gioco non vale la candela, almeno a giudicare da questi numeri. Sono dell’idea che dal miner qualcosa ancora si possa tirare fuori con delle ottimizzazioni1Ad esempio l’auto-tuner lancia una configurazioned i tipo T, ovvero per architettura Tesla, ma la mia scheda grafica mi risulta essere di tipo K, ovvero Kepler. ma senza modificare significatamente i risultati.

A questo punto si può aprire una discussione sulla convenienza del mining su GPU anche per quanto riguarda i Litecoin. Escluso definitivamente da tempo il mining di Bitcoin senza gli ASIC, è necessario valutare bene anche i Litecoin.

Ciò non toglie che, al di la della convenienza del mining in sè su hardware casalingo, l’uso di queste monete crittografiche andrebbe incentivato e ne vanno ancora esplorate le ricadute effettive sulla società attuale e futura.

Happy coin-Hacking!

Note   [ + ]

1. Ad esempio l’auto-tuner lancia una configurazioned i tipo T, ovvero per architettura Tesla, ma la mia scheda grafica mi risulta essere di tipo K, ovvero Kepler.

2 pensieri su “Mining di LiteCoin con un semplice notebook con grafica NVIDIA”

  1. Letto con vero piacere, considerando che un test del genere aiuta a rompere la barriera di utilizzo dei bitcoin che anche a me adesso sembrano una cosa difficile da usare, ma così non è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *