Archivi categoria: Formazione

Syslog Server per una rete MAN comunitaria

Università della Calabria
Dipartimento di Matematica e Informatica
Corso di Laurea in Informatica

TESI DI LAUREA
Syslog Server per una rete MAN comunitaria

Relatori: Prof. Giovambattista Ianni,  Dott. Vincenzo Bruno
Laureando: Raffaele Mazzitelli, matr. 106698

Scarica il file: SyslogServerPerUnaReteManComunitaria.v1.1

Introduzione

Una rete è un sistema di dispositivi, interconnessi, in grado di comunicare tra di loro condividendo informazioni e risorse in un’area che può variare di dimensioni e locazioni.
Questa architettura si è evoluta grazie al concetto di meccanismo client/server: la presenza di un server permette ad un certo numero di client di condividerne le risorse, lasciando che sia il server a gestire gli accessi ad esse per evitare conflitti di utilizzo tipici dei primi sistemi informatici.
Con sistema “client/server” si intende un’architettura di rete nella quale genericamente un computer client o terminale si connette ad un server per la fruizione di un certo servizio ed è su questo che si basa Internet.
Internet è una rete di telecomunicazioni capace di mettere in comunicazione utenti situati in diverse parti del mondo e dialogare in tempo reale a costi ridotti.
Una rete internet è composta da terminali chiamati “host” utilizzabili dagli utenti per accedere ad una vasta gamma di informazioni (il classico esempio è il PC di casa collegato ad Internet tramite un modem), e nodi intermedi a cui è deputato l’instradamento del traffico, chiamati comunemente “router”.
Host e router sono collegati mediante reti eterogenee del tutto indipendenti: LAN, MAN, Point-to-Point in fibra ottica o cavo coassiale, reti ISDN, reti Frame Relay, reti ATM, reti Wireless.
Internet arriva nelle nostre case sfruttando la rete telefonica già esistente, tramite fibra ottica e cavi in rame o via cavo con la sottoscrizione di un abbonamento dal nostro Internet Service Provider (ISP), che è appunto quell’ente in grado di fornire il servizio.
La rete sulla quale il presente lavoro si basa è la rete Ninux: Ninux è una Wireless Community Network e, in quanto tale, ha tra i suoi obiettivi la costruzione di una rete libera di proprietà dei cittadini.
Il modello è semplice: ogni partecipante si connette ai suoi vicini che si connettono a loro volta ai loro vicini e così via, creando una rete di computer.
Questa rete è di proprietà dei cittadini perché ogni partecipante è il proprietario e il responsabile del proprio nodo della rete.
Non c’è nessun Internet Service Provider, nessun abbonamento mensile, nessun contratto, nessuna registrazione.
A causa della grande diffusione dei PC e, di conseguenza, del numero di utenti che la utilizzano, dai semplici utilizzatori domestici che posseggono più di due dispositivi agli amministratori di reti più complesse, si è posto il problema di dover monitorare il traffico che passa su internet.
Le soluzioni di networking attualmente disponibili, che siano open source o commerciali, includono una serie di prodotti messi a disposizione all’amministratore della rete per gestire, controllare e mantenere la propria infrastruttura sicura e sotto determinati standard.
Usando questi software è possibile controllare i tratti di rete che si vogliono monitorare nonché le prestazioni e la qualità della rete stessa.
L’importanza di monitorare il traffico di rete è conseguenza dell’esistenza di molti software in grado di aprire connessioni di rete rendendo le porte disponibili al mondo esterno, questi software hanno il bisogno di utilizzare le porte, ad esempio, per consentire la comunicazione con alcuni servizi come telnet, ssh, ftp, mentre altri software aprono connessioni indispensabili per il proprio funzionamento come il browser o i client di posta elettronica, ma ci sono anche alcuni programmi che aprono in maniera arbitraria le porte del pc per favorire l’accesso, dall’esterno, di utenti non autorizzati.
Poiché gli scopi di questi utenti possono essere discutibili se non criminali, è necessario proteggere i sistemi ed imparare a rilevare gli accessi non autorizzati, l’origine e le finalità.
Attraverso, quindi, alcuni strumenti hardware e software, è possibile tenere traccia di tutti gli eventi che accadono all’interno della rete attraverso l’invio dei messaggi, inviati tramite degli “agenti”, che l’amministratore di rete deve interpretare con cura.
Lo studio di questa tesi si incentra sul monitoring della rete analizzando il traffico dati attraverso messaggi di log grazie al protocollo Syslog e l’uso del software open-source LogAnalyzer.
Per questa tesi sperimentale, che andrà in produzione, l’Hacklab, associazione dedita a numerose attività come corsi supportati da donazione, organizzazione di eventi e attività pubbliche di Cosenza, ha fornito supporto tecnico attraverso computer, raspberry, router cisco per la realizzazione degli esperimenti in laboratorio e nella realtà in quanto fa parte del progetto Ninux e dispone dei server utili allo scopo.
Lo scopo è quello di “mettere in piedi” un sistema di monitoraggio centralizzato della rete e configurare adeguatamente le macchine per poi analizzarne gli eventi.
Inoltre è stato possibile fare delle sperimentazioni e test sul cluster della startup cosentina ASCloud, dedicato alla realizzazione di un private cloud interamente basato su Software Libero.
Il lavoro svolto è stato quello di dare una spiegazione dello strumento, appunto Syslog, fornendo nel capitolo 1 una approfondita introduzione su cos’è, come funziona, perché e in quale ambito viene utilizzato.
Nel capitolo successivo è stato analizzato l’RFC5424: il documento ufficiale che tratta del funzionamento e architettura di Syslog.
Tale documento è stato, poi, tradotto interamente nell’Appendice.
Sempre nel capitolo 2 è stata fatta un’analisi e confronto di alcuni dei software open-source che potrebbero essere utilizzati allo scopo e la scelta effettuata personalmente: Adiscon LogAnalyzer.
L’installazione, configurazione ed utilizzo di LogAnalyzer ed rsyslog vengono illustrati nel capitolo 3 insieme alla configurazione ed impiego di tutti gli strumenti hardware forniti dall’Hacklab.
Tali apparecchi sono stati essenziali per gli esperimenti in laboratorio descritti nel capitolo 4.
Infine, nell’ultimo capitolo, tutti quello fatto nel laboratorio è stato applicato nella vita reale su una rete Ninux, analizzando i risultati attraverso vari tipi di grafici.

Componi la tua Musica 8 bit! Primo Corso Chiptune con LSDJ

Impara a comporre e suonare la tua musica 8 bit con il tracker musicale Little Sound DJ.

Col corso di musica Chiptune organizzato da Simone “Stregatox” Madeo e Hacklab Cosenza potrai creare canzoni con le tipiche atmosfere elettroniche dei videogiochi vintage degli anni ’80 e ’90, dare sfogo alla tua creatività musicale nascosta o semplicemente divertirti!

Competenze musicali richieste: ZERO.

Costo: 10€

Il corso si svolgerà in Aula Zenith (Cubo 13 C, Ponte Carrabile), con queste date:

  • 23/11 19:00-21:00 – Presentazione del corso e proiezione docufilm “Europe in 8 bits
  • 25/11 19:00-20:30 – 1° Lezione
  • 30/11 19:00-20:30 – 2° Lezione
  • 03/12 19:00-20:30 – 3° Lezione
  • 09/12 19:00-20:30 – 4° Lezione
  • 16/12 – Saggio finale con performance LIVE

Per tutte le informazioni dettagliate sul corso e per compilare il modulo di iscrizione, visitate la pagina dedicata!

Corso di Advanced Networking 2016: aperte le iscrizioni

Advanced Networking 2016, banner
Presentazione: 6 Ottobre 2015, Aula Zenith (Cubo 13C), Ore 19:30.
Inizio del Corso: 17 Ottobre 2015.
Fine del Corso: Marzo 2016 (certificazione CCENT) o Giugno/Luglio 2016 (certificazione CCNA).

La Local Academy Cisco dell’Hacklab Cosenza è felice di presentare la nona edizione del nostro Corso di Advanced Networking, abilitante alle certificazioni Cisco CCENT e CCNA.

Post brevissimo perché grazie al feedback ricevuto abbiamo creato un’unica pagina con tutte le informazioni sul Corso di Advanced Networking, che l’anno scorso ha funzionato molto bene per noi e voi. Buona lettura!

Letto? Per quelli che quest’anno decideranno di buttarsi anima, corpo e CPU nel networking avanzato, ecco il modulo di pre-iscrizione da compilare. Happy Networking!

Corso Stampa 3D RepRap al Talent Garden

Il corso ha un numero di posti limitato. Qualora non si raggiunga il numero minimo di partecipanti entro venerdì, il corso verrà rimandato ad una data che verrà comunicata successivamente.
La compilazione del modulo non ha carattere vincolante.

tagcosenza_stampa3d_800x418Corso introduttivo alla Stampa 3D “RepRap” organizzato da Talent Garden Cosenza in partnership con Hacklab Cosenza e Arduiner.

Il programma del corso, della durata complessiva di 9 ore, è il seguente:

  • Venerdì 3 Luglio dalle 18:00 alle 20:00
    • introduzione alla stampa 3D
    • il progetto RepRap, la stampa 3D open source alla portata di tutti
  • Sabato 4 Luglio dalle 9:30 alle 17:30
    • Modelli 3D e 3DToolchain per capire a fondo la stampa 3D
    • Slic3r is nicer: dall’oggetto 3D al file da stampare
    • Stampanti 3D: la meccanica
    • Stampanti 3D: l’elettronica basata su Arduino
    • Introduzione alla modellazione 3D

Il costo del corso è di 40€ + IVA e i partecipanti riceveranno uno sconto di eguale importo per l’acquisto da www.arduiner.com di una stampante 3D, modello Prusa i3 in kit (330€ invece di 370€) oppure già montata (560€ invece di 600€).

Per la pre-iscrizione al corso, clicca su questo link link “Partecipa all’evento“: il corso è a numero chiuso!

Venerdì 19 Giugno: ancora serata-Kata in HPCC

mob_programmingQuesto Venerdì 17 Giugno saremo in HPCC dalle 19 alle 21 per fare un Kata, un esercizio di programmazione per migliorare il nostro approccio alla programmazione e nello specifico al Test Driven Development, e lo faremo tutti insieme in Mob Programming condividendo una sola tastiera e proiettando il codice che scriveremo.

Per approfondire cosa siano i Kata e come si lavora in Mob Programming, clicca sugli appositi approfondimenti. I nostri kata sono aperti a tutti, anche solo per dare un’occhiata e farsi un’idea delle metodologie Agile per lavorare efficacemente in un team di programmatori. Ti aspettiamo ;)

Kanban Pizza Game: Lean&Agile per tutti

Lunedì 16 Giugno, Ore 19:30 - 21:30, Centro di Calcolo ad Alte Prestazioni (Cubo 22)
Lunedì 15 Giugno, Ore 19:30 – 21:30, Centro di Calcolo ad Alte Prestazioni (Cubo 22)

Afferrare i principi dietro le metodologie di sviluppo Lean & Agile è difficile dietro a un libro. Meglio impararle con una simulazione/gioco/sfida! L’Hacklab Cosenza presenta il suo primo Kanban Pizza Game!

Kanban è una metodologia di gestione del processo di sviluppo software (e della produzione in generale). Con il Pizza Game, impararemo ad applicarla in un contesto completamente non-informatico, quindi aperto a tutti (siete invitati!).

Per chi è curioso e vuole avere più info sul gioco (che è open source/creative commons!) può consultare la sua pagina ufficiale. Il nostro Joe Bew illustrerà le regole alle squadre sfidanti. Vi aspettiamo!

Corso di Stampa 3D RepRap

Corso di stampa 3d- BANNER
La stampa 3D open source alla portata di tutti.

In collaborazione con Arduiner.

L’Hacklab Cosenza, in collaborazione con Arduiner.com, presenta questo corso introduttivo alla stampa 3D “RepRap”, il progetto open source che ha reso possibile le stampanti 3D a bassissimo costo che oggi sono alla portata di tutti, sia per il costo che per la facilità di utilizzo.

La nostra prima stampante RepRap

Continua la lettura di Corso di Stampa 3D RepRap

Laboratorio di Scrittura Efficace

Qual è l’efficacia delle cose che scriviamo?
Che differenza c’è tra scrivere bene in italiano e scrivere in modo efficace?
Scrivere testi è una funzione che chiunque può improvvisare?

A partire da queste domande e dalla scarsa consapevolezza e chiarezza che spesso riscontriamo su questi temi, è nata l’idea di organizzare un
LABORATORIO DI SCRITTURA EFFICACE.

LocandinaScritturaEfficace
Clicca per scaricare la locandina in formato PDF.

Continua la lettura di Laboratorio di Scrittura Efficace

Giapponese Elementare 2+3 & Intermedio 1, aperte le iscrizioni

nipponics_logoHacklab, CRUC e NipponiCS sono felici di presentare il nuovo ciclo dei corsi di giapponese. A metà ottobre, cominceremo i corsi elementare 1, 2 e 3 e quello intermedio. I posti del corso elementare 1, che è adatto per chi comincia da zero, sono già stati segnalati a coloro che erano rimasti esclusi per il ciclo precedente.

A chi è comunque interessato a cominciare a studiare la lingua giapponese, consigliamo di iscriversi alla newsletter formazione dell’Hacklab Cosenza, o di contattare direttamente la docente per avere tempestivamente eventuali notizie in futuro sull’attivazione del Corso Elementare 1.

Le iscrizioni ai corsi elementare 2, 3 ed intermedio corsi sono ancora aperte. Tutte le informazioni sul corso potete trovarle nella pagina ufficiale.