Open Source for Open Mind – Il Software Libero al servizio di menti aperte

Venerdì 15 marzo 2013, dalle 10.00 alle 16.30, Centro Direzionale BCC Mediocrati, Via Alfieri, Rende (Cs)

Il Club Giovani Soci BCC Mediocrati, in collaborazione con: Pan Studio, Hacklab Cosenza e il Cento Studi Software Libero, organizza l’evento “Open Source for Open Mind“, ovvero il Software Libero al servizio di menti aperte.

locandina_opensource_openmind

L’evento mira a far conoscere le opportunità che il Software Libero e Open Source offrono per lo sviluppo tecnologico dl territorio al fine di competere efficacemente ed a costi bassi nel mercato globale. Con una serie di talk molto brevi verranno illustrati i punti di forza del Software Libero in svariati campi di applicazione. Il programma della giornata prevede una illustrazione dei casi applicativi di maggior successo, delle strategie di migrazione finalizzate ad un salto tecnologico e riduzione di costi (senza contare i benefici in termini di legalità) ed una illustrazione dei modelli di business innovativi, con particolare riferimento al trasferimento tecnologico dalla ricerca alle aziende.
Nella sessione pomeridiana alcune aziende operanti sul territorio faranno una presentazione dell’utilizzo o produzione di Software Libero in azienda e prospettive di crescita che il SL potrebbe dare anche attraverso l’aggregazione (associazioni, consorzi, centro studi, trasferimento tecnologico dalla ricerca, etc)

L’evento è aperto anche ai non soci, perciò ti invitiamo a parlarne con i tuoi amici e colleghi ed invitarli a partecipare. A tutti i partecipanti sarà consegnato un attestato di partecipazione.

IL PROGRAMMA

MATTINA
Dalle ore 10,00 alle 12,30:

  • Introduzione al software libero (Dott. Vincenzo Bruno, Coopyleft/Hacklab Cosenza);
  • Software liberi di successo (Andrea Panetta, Pan Studio);
  • Come migrare a Linux (Stefano De Carlo, Hacklab Cosenza);
  • Modelli di business open source (Prof. Riccardo Barberi, Direttore del Dipartimento di FIsica e Responsabile al trasferimento tecnologico dell’Unical)
  • Tavola rotonda: quali opportunità di sviluppo con il software libero?

POMERIGGIO
Dalle ore 14,30 alle 16,30:

  • Case Studies: Best practice Aziendali

Presentazione del 4° Caffè Scienza Cosenza – Il ruolo dei dialetti

Anche per la 4° edizione l’Hacklab Cosenza sponsorizza e organizza assieme a Liquid Crystal Laboratory l’evento cosentino dei Caffè Scienza. Martedì 19 Febbraio alle 16:00 presso l’University Club dell’Unical sarà il turno della linguistica.

Il ruolo dei dialetti nel passato e nel futuro dell'Italia.

Il ruolo dei dialetti nel passato e nel futuro dell’Italia.

Il caffè scientifico è un luogo (in questo caso l’University Club, accanto al ristorante Conca d’Oro) dove al prezzo di un caffè o di una tazza di tè chiunque può venire a contatto con le ultime avanguardie del pensiero scientifico e degli sviluppi della tecnologia. Queste riunioni sono del tutto informali, non sono conferenze stampa, e si svolgono al di fuori del contesto accademico tradizionale.

Il metodo dei Science Cafè è semplice: ci si ritrova in un luogo confortevole in compagnia di esperti relatori dell’argomento del giorno, a parlare di scienza in modo semplice e diretto. Il vero motore dei caffè scientifici sono domande e interventi del pubblico, spesso composto da studenti ma più in generale da chiunque voglia avvicinarsi al mondo della scienza o discuterne con altri appassionati. Il tutto orchestrato e coordinato da un moderatore.

L’Hacklab Cosenza registrerà l’evento che sarà successivamente disponibile sul nostro canale Youtube.

Continua a leggere

Presentazione del 1° Corso “Migrare a Linux”

La società ha bisogno di libertà. Quando un software ha un padrone, chi lo usa perde la libertà di controllare parte della propria vita.

Richard Matthew Stallman – Fondatore Movimento Software Libero

È ormai da qualche anno che l’Hacklab Cosenza organizza corsi introduttivi a Linux rivolti a tutti: la suddivisione tra corso base e avanzato ci ha consentito di darvi un assaggio di vaste aree di utilizzo dei sistemi operativi GNU/Linux e ci ha servito bene durante i nostri sforzi didattici.

Quest’anno abbiamo voluto riorganizzare il programma e renderlo meno “vagabondo”, più focalizzato sulla migrazione, ma non per questo meno completo, anzi.
Abbiamo dato al corso un preciso obbiettivo: fornire al corsista strumenti e conoscenze per una completa migrazione da Windows a Linux per studio, lavoro e uso quotidiano. Questa scelta ci ha consentito di modellare il programma, includendo tutto e solo ciò che può servire al corsista/utente per rendersi indipendente dai sistemi operativi proprietari.

Corso di Migrazione da Windows a Linux

Scarica il volantino del Corso.

Il primo Corso di Migrazione a Linux (CML) che partirà il 15 Gennaio 2013 è a tutti gli effetti, come accaduto negli altri anni, uno dei nostri Corsi Linux Base, ma ampliato per presentare ai corsisti tutti i dettagli che fanno la differenza: le problematiche da considerare, gli ostacoli da superare, le decisioni da prendere per rendere la migrazione a Linux solida verranno non solo discussi nel CML, ma anche modellati quanto più possibile sulle necessità reali dei nostri corsisti. Il CML è tarato su ogni possibile bisogno migratorio, e non suppone semplicemente che Windows non farà più parte della vostra vita informatica. Quasi sempre una migrazione a Linux al 100% dall’oggi al domani non risulta possibile, ed è per questo che il CML istruisce il corsista alla convivenza Windows/Linux (in qualsiasi gradazione o percentuale gli sia necessaria) sui propri PC e workstation. Nella nostra esperienza, una volta instaurata questa convivenza informatica, sono semplicemente il tempo e l’uso quotidiano a permettere al newbie (nuovo utente, neofita) Linux di abbandonare i sistemi operativi proprietari, gradualmente, completamente e con successo.

Continua a leggere